La paura


Fa paura?
Fa paura.
Perché non è che è un foglio bianco su cui scrivere, perché in strada c'è sangue e c'è pericolo,
perché assomiglia ad una piccola guerra sotto casa.
Perché il cambiamento sempre fa paura, figuriamoci se poi è fatto di botte e di feriti e di morti.

Io le guardo e penso: perché qui da noi no?
Perchè in teoria abbiamo già le armi per soverchiare ciò che non ci piace più.
Ma questa è la teoria.
La pratica è che non è vero che non ci piace più, perché hai voglia a parlare ma siamo una minoranza a dare un senso ancora alla parola morale, etica, onestà.
Perché ci si vende un voto a 5 euro netti.
Perché i festini fanno ridere anche gli stranieri in fondo.
Perché ancora non abbiamo fame, ma quando l'avremo la fame vera
e non sarà quella in cui non hai i soldi per comperarti l'ultimo iphone,
allora qualcosa cambierà.

E trovo oltraggioso mettere la notizia dell'egitto come penunltima. Come quella della tunisia o dell'albania per dare spazio ai nostri politici di dire che Berlusconi fa al meglio il suo lavoro.

2 commenti:

  1. Nel frattempo l'Egitto ha trovato il modo di diventare la prima notizia

    RispondiElimina
  2. Comunque hai profondamente ragione: siamo una minoranza. E quel che è peggio siamo destinati a rimanerlo, almeno nel medio periodo in questo paese. (ti risparmio la pippa sul perché)

    RispondiElimina

LA REGOLA PRINCIPE:
Si commenta il post, non la Blogger.

Mi piace chi si firma