Odio la supponenza e l'ostentazione di cosa o chi si sia conquistato, che sia reale o presunto
Amo l'umiltà di chi non si accorge della propria maestosità

Odio chi mente, chi recita il copione, chi ha sempre un fine e poi fa il finto tonto
Amo chi ti manda a cagare con il cuore e guardandoti dritto negli occhi

Odio chi si prende gioco di se stesso e degli altri
Amo chi non lo fa anche se poi piange per ore in disparte,

Odio chi segue le mode e chi fa massa
Amo chi segue solo se stesso, inciampando e rialzandosi faticosamente

Odio i diamanti, i rubini
Amo le stelle e perdermi la notte mentre le guardo.

Odio sapere troppo
Non voglio più saper niente
che sia una sorpresa e che sia scoperta

E amerò il momento in cui questo capiterà

Nessun commento:

Posta un commento

LA REGOLA PRINCIPE:
Si commenta il post, non la Blogger.

Mi piace chi si firma