Ho letto che il blog non deve essere un diario personale.
Ho letto ultimamente un sacco di cavolate su regole e affini.
Posso rimanere basita per il modo in cui alcuni usano i vari strumenti di internet, ma credo fortemente che ognuno debba e possa fare quel che vuole del suo spazio.
E questo è il mio spazio.
Lo spazio, sì oramai molto cencusato ed ermetico che non ricorda nemmeno lontanamente Il cuore in equilibrio, ma rimane mio.

3 commenti:

  1. Tu sai come la penso sui Blog personali, e con personali intendo quelli che raccontano la vita di chi scrive: c'è modo e modo, e, sopratutto, non ho mai preso in considerazione "regole".
    Oddio, meglio se sono scritti in un Italiano corretto e con un minimo di dignità, ma solo questo.
    Perciò, chi se ne frega?
    Chi c'è c'è, chi non c'è non c'è (cit.).

    RispondiElimina
  2. Il blog è come casa tua, ci fai quello che vuoi, sennò non ha senso. Ma chi è il guru che inventa le regole? Di sicuro uno che non ha conosciuto il cuore in equilibrio di amabeth e per questo dice fregnacce. Nostalgiacanaglia

    RispondiElimina
  3. Che ne discuti a fare? Si sa che i blog sono morti e noi commentatori siamo tutti ectoplasmi! :D

    RispondiElimina

LA REGOLA PRINCIPE:
Si commenta il post, non la Blogger.

Mi piace chi si firma