Pensieri distorti

Quando non son più io a curare, a fare attenzione, ad annaffiare allora muore.
Muore perché dovrebbe essere cosa reciproca.
Se non ci penso io, ci dovresti pensare tu.

Sto facendo i conti con me, ancora una volta, perché in fondo non basta mai.
Se non cerchiamo di imparare qualcosa da ogni nostra esperienza, è stata vana.

7 commenti:

  1. Concordo!
    La memoria è fondamentale.
    Se non si ricorda si muore.

    RispondiElimina
  2. Ma se è così, allora vuol dire che anche prima annaffiavi solo tu e non era, come dici tu, 'reciproco'. Anche se poi nelle dinamiche affettive tutto è più complesso di leggi della botanica

    RispondiElimina
  3. infatti ho scritto: dovrebbe. Appena smetto di annaffiare, muore.

    RispondiElimina
  4. mi resta il dubbio sulla botanica applicata ai sentimenti ma tant'è

    RispondiElimina
  5. ok, mi ritiro in buon ordine con i miei dubbi

    RispondiElimina

LA REGOLA PRINCIPE:
Si commenta il post, non la Blogger.

Mi piace chi si firma